WORKSTATION GRAFICA CON SOFTWARE A COSTO ZERO PARTE 2D

Continuamo il discorso su come avere una workstation grafica con software free, tralascio la parte sistema operativo perché li bisogna fare un discorso separato e lungo tra chi preferisce Windows, Linux o Mac, ma generalmente i software che andremo ad analizzare sono multi piattaforma e quindi non ci sono problemi.

Oggi illustrerò i software di grafica 2D che possiamo scaricare e utilizzare per il nostro workflow, partiamo con Gimp evito di farvi la tiritera di cosa è Gimp, di descrizioni al riguardo ne troverete a bizzeffe, ma vi descrivò solamente la mia esperienza con questo software.

Gimp quando ho iniziato ad usarlo era ancora abbastanza acerbo, specie per chi proveniva da PS (Photoshop) , ma adesso le cose sono migliorate, è un degno rivale a PS ma in veste free, è un software che utilizzo molto per manipolare immagini e realizzare banner. Trovo molto pratico lo strumento per le curve Bezier, ma un pó meno pratico lo strumento per l’inserimento dei  testi, hanno sistemato adesso il layout di lavoro rendendolo unico (una scelta che bisogna selezionade al menu delle impostazioni) ma una grande pecca è la mancanza di lavorare le immagini con i profili in quadricromia cioè CMYK (questo ancora non riesco a capire perchè non lo hanno ancora implementato).

Va be  pazienza tanto per lavorare con questo profilo colore specie per prodotti tipografici si deve passare quasi sempre su software vettoriali e fortunatamente questo problema lo si supera.

Quindi tirando le somme è un software valido per il ritocco fotografico, per la realizzazione di banner, per la realizzazione di tile-texture (texture ripetibili), e ha un ottimo plugin per creare le Normal Map molto utili nel campo della grafica 3D, una funzione utilisima è l’esportatore in formato .ico per realizzare icone per i nostri siti web e app, ma comunque non è il mio software preferito in questa lista.

Prima di proseguire che ne dici di metere un Like?

Ti ringrazio per il Like!

 

Continuiamo e parliamo adesso di Inkscape, ottimo software vettoriale degna alternativa a Illustrator, facile da apprendere, ha una interfaccia accattivante ed è un software vettoriale.

Con inkscape si possono realizzare banner, brochures, volantini, posters, e qualsiasi illustrazione, io lo uso constantemente per la produzione di logos, ultimamente è stato aggiornato portando delle migliorie alla funzione dei testi e font. Con inkscape si possono realizzare anche animazioni e pulsanti per il web, ecco un paio di esempi sulle potenzialità di Inkscape.

Inkscape non può mancare nella lista dei software per il nostro workflow.

 

Passiamo adesso ad un altro software il suo nome è My Paint , questo software si tiene un po in disparte non ha un gran seguito ma è un valido tool da tenere in considerazione, lo considero piu un software per paint-art, per creare bozze o concept art, abbinato a una tavoletta grafica e come avere una tela a portata di mano, non sono un gran fun di questo programma, ecco alcune screen.

 

Adesso passiamo al mio preferito e cioè KRITA, adoro questo software, è un misto tra bitmap e vettoriale, con la sua infinità di pennelli riesco a fare di tutto anche animazioni, infatti ha anche una sezione per animazioni molto avanzata.

Grazie alla campagna Kickstarter il team di Krita è riuscito a sfornare un fantastico prodotto, ottimo per realizzare texture e disegni pittorici, buon uso delle clip mask e generatore di pennelli (se non vi bastassero i centinaia di pennelli scaricabili online) il software è in constante aggiornamento quindi vi consiglio di tenerlo sotto occhio.

Io lo trovo molto semplice ed intuitivo,  molto utile per realizzare texture che sfrutto successivamente in Blender. Questo in assoluto non deve mancare nel vostro parco software. Su youtube trovate tantissimi tutorial su krita, qualcuno lo inserirò pure io piu avanti quindi non smettete di seguirmi.

Che dire I Love Krita

 

L’ultimo software di cui vi voglio parlare è Alchemy, questo software non si puo considerare un software di ritocco o disegno ma piu un software per creare bozze e schizzi ispiratrici per realizzare la base per un successivo progetto grafico.

Alchemy crea letteralmente degli scarabocchi, e da quell’ammasso di macchie escono fuori delle silouette che la nostra mente vedrà, quindi basta successivamente passare su un software come Krita o Gimp per ripulire e tirare fuori quello che la nostra mente ha visto.

Insomma come se voi praticamente vi sedeste difronte a uno psicologo e lui vi mostrasse le famose carte con le macchie e vi chiedesse, “cosa vedete in questa macchia???? Hemmmm……. un hamburger???”

Author: Davide Prestino

Nato nel 1973, sposato con un figlio, grafico di professione e giramondo per passione.